Serie A: il Renon in semifinale. Le altre serie sul 3-1

All'Olimpico di Cortina, i padroni di casa affrontano il Renon per gara due dei quarti di finale.

Cortina – Renon 2-5

La squadra ampezzana deve assolutamente vincere la partita se non vuole finire anzitempo la stagione. Il Renon, invece, continua la sua marcia in questi playoff con numeri impressionanti: 15 gol segnati, 1 solo subito e numeri stellari per il suo portiere Engalage. La squadra di casa schiera fin dall’inizio Juoni Puurula che in Gara 3 ha esordito ai playoff ma ha giocato per un solo tempo sostituito poi da Martino Valle Da Rin. Coach Parco deve sempre rinunciare ad Alex Gellert ma ritrova Michael Messner. Il Renon può disporre di Max Ploner e rinuncia al giovane Cristoph Wenter. Sempre assenti Waldner, Tauferer e Ceresa.

Gara gradevole all’Olimpico di Cortina, con le due squadre che non si risparmiano giocando in velocità ma creando poco anche per la troppa foga di andare alla conclusione a rete. Fra i cortinesi Posa risulta il più attivo, con un paio di conclusioni dalla distanza su cui Engelage cerca di destreggiarsi allontanando il pericoloso davanti al suo slot. Ci prova Momesso su una discesa con successiva conclusione ma il portiere avversario è attento chiudendo sul primo palo. Il Renon tenta con azioni in velocità, Tudin spara a lato da posizione ravvicinata e Thomas Spinell chiama al tuffo Puurula dopo aver rubato disco sulla blu ed aver cercato l’angolino basso. Cook cerca la deviazione davanti alla porta cortinese ma la difesa ampezzana libera senza problemi. Prova tv chiamata da Parco per controllare una conclusione di Esposito ma nulla di fatto. Ancora pericoloso Cook che stavolta ci prova con un colpo di polso ma il disco finisce fuori. Finale di periodo che vede scaldarsi gli animi ma gli arbitri fanno aprire le porte delle panche puniti per sedare subito l’improvviso nervosismo e così alla prima sirena si va a riposo sullo 0-0.

Il Renon decide di cominciare a fare le cose con una certa decisione: la squadra di coach Lehtonen sfrutta una superiorità e realizza con un tiro di polso di Cook su cui nell’angolino basso. Il raddoppio dei Rittner Buam arriva in contropiede, con Scelfo che serve Frei, pronto a battere Puruula che non appare prontissimo sulla conclusione del giovane attaccante altoatesino. Sotto 2-0 il Cortina cerca di aggirare la pressione del Renon facendo girare il disco, ma senza trovare una conclusione pericolosa anche perchè la difesa avversaria concede poco o nulla dalle parti di Engelage. Cole e Borgatello tentano poi il terzo gol con due conclusioni dalla linea blu, mentre Sanna risponde in contropiede ma il suo tiro è facile preda di Engelage senza grossi problemi. A cinque minuti dal termine arriva il 3-0, con un errore dei terzini cortinesi sulla blu, il disco arriva a Cook che non lascia scampo a Puruula che viene infilato con una disco potente e preciso. Un Renon cinico amministra poi la situazione, lasciando comunque una grande opportunità ad Esposito davanti al proprio slot, ma niente da fare e si va a riposo sul vantaggio di 3-0 per gli ospiti.

Il Renon controlla la situazione favorevole nel terzo periodo, con il Cortina che continua comunque a provarci nonostante il risultato, va vicino alla rete con Esposito e Posa ma niente da fare perchè Engelage non concede nulla. Cook fallisce la tripletta personale sbagliando il disco del 4-1 in maniera clamorosa a porta praticamente vuota. Il Cortina ringrazia e Momesso trova la rete del 3-1 per il Cortina, correggendo in rete una corta respinta di Engelage sul tiro dalla distanza di Crowley. Arriva poi il 4-1 su un contropiede da manuale concluso in rete da Luca Ansoldi. Ma le marcature non sono finite: ci pensa Zandonella a pescare il gol del 4-2. A mettere fine definitivamente alle ostilità ci pensa poi Van Guilder con la rete del 5-2 che è anche il risultato finale all’Olimpico. La squadra di Collalbo vola in semifinale con un poker pesantissimo in questa serie contro un Cortina che ha fatto comunque del proprio meglio nonostante gli infortuni che ne hanno limitato il rendimento per tutta la stagione.