Qualificazioni Olimpiche: l’Italia vince il Girone G

Ultimo appuntamento nel Girone di pre-qualificazione olimpica. L’Italia si gioca il passaggio del turno contro la Gran Bretagna. Come da pronostico la gara che chiude il girone all’Olimpico di Cortina individuerà la squadra che dal 1 al 4 settembre si giocherà un ulteriore chance verso le Olimpiadi del 2018. Il Blue Team schiera in porta Andreas Bernard: questa è l’unica novità rispetto alla gara vinta contro l’Olanda per 4-2. Entrambe le squadre arrivano a punteggio pieno. Quindi chi vince anche all’overtime o rigori passa il turno.

L’Italia parte con tanto pattinaggio e si porta dalle parti della difesa avversaria ma non si registrano azioni degne di nota dalle parti dell’estremo Bones. I Leoni d’Oltremanica si rendono pericolosi con la prima penalità fischiata agli azzurri. Fuori Oberdorfer, c’è lavoro per Andreas Bernard. Tuttavia la svolta del tempo è al 6’. Peacock viene sanzionato con una doppia minore per bastone alto e ferita involontaria su Plastino. Quando scatta la superiorità azzurra arrivano ben due gol in powerplay. Una sassata di Egger dalla blu (8’) e un gol di Anton Bernard in mischia nello slot dopo un potente tiro di Egger non trattenuto da Bones (10’). Sul 2-0 azzurro la gara decolla con azioni a tutta pista da una parte e dall’altra. Superata un’altra inferiorità, la nazionale carica il tris. Simon Kostner fa tutto bene e poi conclude con un tiro teso. Si va al 1° intervallo sul 3-0 per il Blue Team e con l’Italia che deve fronteggiare un’altra penalità per un disco fuori dalla pista da parte di Zanette.

Nel secondo tempo il match risente delle tante chiamate arbitrali. Ben 12 minuti agli avversari e 6 sul conto agli azzurri, condizionano il gioco. L’Italia in questa girandola di penalità non riesce a graffiare la porta di Bowes neanche in doppia superiorità numerica per più 1’ mentre gli inglesi ci mettono tanta generosità ma non riescono a segnare. In questo contesto, un po’ nervoso ed un po’ tattico, il tempo scorre con la gara che ha sussulto nei minuti finali. Alla fine di un powerplay Borgatello sblocca lo score del secondo tempo con un tiro dalla blu secco (35’). Ma prima del secondo intervallo è la Gran Bretagna che riesce a marcare il primo gol della serata con Philipps in powerplay.

Nel terzo tempo l’Italia non sfrutta una situazione di superiorità numerica. Quando si torna a giocare in parità numerica la Gran Bretagna accelera e sfrutta l’uomo in più per dimezzare lo svantaggio. Bel tocco sotto porta di Clarke che spiazza Bernard su tiro dalla blu di O’Connor. La gara si riapre perché la formazione avversaria ha un buon momento di ritmo e occasioni. Il Blue Team sbroglia la matassa con una bordata dalla blu di Gellert in diagonale che permette l’allungo decisivo in un momento delicato della gara (47’). Il match si elettrizza e l’Italia riguadagna il controllo del gioco. Due powerplay consecutivi spostano il baricentro azzurro che va vicinissimo al sesto gol. Si arriva così agli minuti di match. L’Italia controlla senza affanno e poi sigla il definitivo 6-2 di Joachim Ramoser a porta vuota.

Il terzo successo azzurro vale il passaggio del turno al termine di un torneo di rara intensità. Ora gli azzurri sono attesi ad un girone di ferro che si giocherà in Norvegia dal 1 al 4 settembre 2016. Un posto solo per le Olimpiadi in Corea del Sud del 2018 tra Norvegia, Kazakistan e Francia. Ma prima l’Italia dovrà affrontare ad aprile i Mondiali di Katowice di Divisione I – Gruppo A.

ITALIA – GRAN BRETAGNA 6-2 (3-0/1-1/2-1)
Marcatori: 08.15 (1-0) Egger in sup.num. (J.Ramoser); 10.05 (2-0) Anton Bernard in sup.num. (Egger/J.Ramoser); 15.26 (3-0) Simon Kostner (C.Borgatello/A.Helfer); 35:56 (4-0) C. Borgatello (M.Insam); 38:25 (4-1) D.Phillips (S.Lee/M.Davies); 45:01 (4-2) D.Clarke in sup.num.; 47:23 (5-2) A.Gellert (N.Plastino); 59:26 (6-2) J.Ramoser (A.Bernard/M.Insam);

Italia: A.Bernard (Tragust); Egger-Plastino, Larkin-Marchetti, Borgatello-Helfer, Oberdörfer-Gellert; T.Bernard-Insam-Ramoser, Zanette-Devergilio-Gander, D.Kostner-S.Kostner-Frigo, Andergassen-Monferone-Frank. Coach: Stefan Mair

Gran Bretagna: Bowns (Lyle); P.Phillips-O’Connor, Lee-Oakford, Richardson-Batch, Swindlehurst-B.Davies; Myers-Clarke-Boxill, Tait-Cowley-Garside, Shields-J.Phillips-Peacock, Venus-M.Davies-Lachowicz. Coach: Peter Russell

Arbitri: Brill (Ger), Smetana (Ger); Metalnikov (Rus), Moszczynski (Pol)
Tiri in porta: Italia (9, Gran Bretagna (12,
Spettatori: 1500
Mvp Italia:

Classifica finale Girone G – Turno – pre-qualificazione olimpica

Giovedì 11 Febbraio
ore 17:00 Gran Bretagna – Olanda 6-5
ore 20:45 Italia – Serbia 8-0

Sabato 13 Febbraio
ore 17:00 Serbia – Gran Bretagna 6-2
ore 20:45 Olanda – Italia 2-4

Domenica 14 Febbraio
ore 17:00 Olanda – Serbia 7-3
ore 20:45 Italia – Gran Bretagna 6-2

1) Italia 9 punti
2) Gran Bretagna 6 punti
3) Olanda 3 punti
4) Serbia 0 punti

Final Olympic Qualification (1-4 September 2016)
Group D: Belarus (9), Slovenia (14), Denmark (15), Poland (22). In Minsk, Belarus.
Group E: Latvia (10), Germany (13), Austria (16), Japan (20). In Riga, Latvia.
Group F: Norway (11), France (12), Kazakhstan (17), Italy (18). In Norway.