Presentazione SG Cortina Hafro – Olimpija Ljubljana

Dopo la doppia sconfitta contro la Migross Supermercati Asiago Hockey, nel derby veneto di semifinale Playoff della IHL – Serie A, la SG Cortina Hafro, dopo aver infranto la possibilità di tornare ad un Finale Scudetto, riprende il suo cammino in Alps Hockey League.

L’obbiettivo minimo è raggiungere la migliore posizione nei pre-playoff (5°-12° posto), come ci dice il coach Ivo Machacka: “ Proveremo a fare del nostro meglio. I playoff diretti (1°-4°) sono anche alla nostra portata, ma è un traguardo, per ora, molto più difficile.” L’allenatore della SG prova a fare una disamina di quanto avvenuto la settimana scorsa contro l’Asiago: “Abbiamo creato tante chance, anche più dello stesso Asiago, questo ci è stato riconosciuto anche dagli avversari, ma non abbiamo segnato. L’Asiago, invece, ha avuto molto più fame di vincere. Inoltre hanno sfruttato al meglio le loro capacità. L’esperienza di giocare le partite che contano….. è venuta fuori. Comunque si può fare tesoro anche nelle sconfitte. Dobbiamo abituarci a giocare 60 minuti
interi. Con le squadre di una certa caratura, che sia Alps o che sia Serie A, sarà fondamentale avere continuità.”

All’Olimpico, nell’unica gara del martedì della Alps che vede impegnata una squadra italiana, arriva la corazzata del Lubiana. Tanta attesa per vedere la capolista che sarà guidata pervl’occasione da un nuovo coach dal lungo corso. Stiamo parlando del finlandese Raimo Summanen.
Già giocatore NHL negli anni ’80 con i celeberrimi Edmonton Oilers di un certo Wayne Greztky, anche da allenatore, l’ex ala sinistra ha fatto del suo meglio con le migliori squadre del suo paese e con esperienze, sempre ad alti livelli, in Svizzera e Russia. Con questa nuova guida, il Lubiana vuole riconfermarsi al top del torneo transnazionale che ha già vinto nel 2019. “Sarà una sfida molto difficile. All’andata ci eravamo portati anche sul doppio vantaggio, ma poi ci hanno rimontato.” Sempre Machacka che si esprime sui Draghi: “Sono la squadra più forte del torneo.
Non c’è dubbio. Non manca nulla: fisico, pattinaggio, gioco completo. Finiscono sempre le cariche e non si coprono mai. Attaccano 60 minuti su 60. E’ un hockey totale che impreziosisce questo torneo. Ma ci proveremo…abbiamo le nostre carte.”
Il Cortina è al settimo posto della Alps con 14 punti in meno della attuale capolista del Lubiana ma mancano ancora tante partite prima della fine della stagione regolare. Probabile sfida a distanza anche tra i due migliori portieri, statistiche alla mano, se combiniamo le gare della prima fase – Return -2-Play-e quelli della  seconda fase. Mentre De Filippo conduce con il 95,3%, Hölsä segue al secondo posto con il 94,4% di parate. Il portiere del Cortina, tuttavia, ha giocato solo sei partite in questa stagione. Nell’unico duello della Alps, finora, il 19 dicembre, il trentenne non era in porta per i 16 volte Campioni d’Italia. I “Draghi” di Lubiana hanno prevalso per 7:3. È stata la settima vittoria per gli sloveni nel nono duello in Alps contro i veneti. Unico assente in casa Cortina sarà Renè Vallazza.

Diretta streaming sul sito ufficiale della SG Cortina: https://streaming.hockeycortina.it/