Il commento di penna Biancoceleste

pennabiancoceleste

 

Giovedì sera chi era all’Olimpico è stato fortunato. Con un biglietto ha visto due partite: il classico 2×1 che in tempi di crisi non guasta. Sul ghiaccio abbiamo visto quattro squadre: due Hafro Cortina e due Asiago. Gli stellati di John Parco pensavano di fare i principi, visto che a Cortina è tempo di sangue blu. E il Cortina rischiava di essere la cenerentola della serata. Nessuno avrebbe scommesso venti dollari sui biancocelesti e tutti attendevano la mazzata di Borrelli & C., puntualmente arrivata con corredo di volti e commenti pesanti in tribuna. Sul ghiaccio il Cortina annaspa e non sfonda neppure in doppia superiorità. Al terzo drittel comincia però la seconda partita, tutta di marca ampezzana e lo stadio ancora una volta risuona di un tifo che troppo spesso viene frustrato dai risultati. Asiago in confusione, incapace di arginare l’adrenalinica irruenza biancoceleste. Rimonta, sorpasso e beffa finale con Weissmann che si fa perdonare l’erroraccio iniziale. Chiedo al presidente Moser: hai fatto la tua solita incursione nello spogliatoio per dire ai ragazzi che la ricreazione era finita. Risposta: no. La sveglia allora è arrivata da Clayton Beddoes e dev’essere stata parecchio incisiva se in 20 minuti lo scenario è cambiato, ribaltandosi di 180 gradi.
E così anche i volti e i commenti di cui sopra: esultanza, sorrisi e soddisfazione aperta proseguita in Club House e oltre. Una serata principesca (per come è finita) e allora anche l’emiro saudita avrebbe gradito: dopotutto anche con i petrodollari il 2×1 è sempre un affare.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*