Hafro Cortina, vittoria di “rigore” a Bolzano

HC Bolzano – Hafro Cortina 3:4 d.t.r. (1:1, 0:1, 1:1, 0:0, 0:1)

HC Bolzano: Günther Hell (Massimo Camin); Alexander Egger, Daniel Fabris, Christian Borgatello, Andrea Ambrosi Hannes Oberdörfer; Mark McCutcheon, MacGregor Sharp, Ryan Flynn, Anton Bernard, Markus Gander, Marco Insam, Enrico Dorigatti, Stefan Zisser, Christian Walcher, Peter Wunderer, Federico Gilmozzi, Stefano Piva

Coach: Brian McCutcheon

 

Hafro Cortina: J.P Levasseur (Renè Baur); Darrell Hay, Paul Albers, Luca Zandonella, Michele Zanatta, Luca Zanatta; Derek Edwardson, Stanislav Gron, Matt Siddall, Giorgio De Bettin, Luca Felicetti, Ryan Dingle, Christian Menardi, Andrea Moser, Andrea Baldo;

Coach: Clayton Beddoes

 

Reti: 0:1 Stanislav Gron (0.40), 1:1 MacGregor Sharp (5.53), 1:2 Derek Edwarson (30.14), 2:2 Christian Borgatello (44.22), 3:2 Ryan Flynn (49.10), 3:3 Matt Siddall (58.21), 3:4 Stanislav Gron (penalty)

 

Il Bolzano scende sul ghiaccio del Palaonda al gran completo. L?hafro Cortina deve rinunciare a Francesco Adami, indisponibile per problemi lavorativi, mentre si rivede a difesa della porta J.P. Levasseur. Pronti via e il Cortina passa a condurre: dopo 40 secondi di gioco, conclusione di polso da parte di Matt Siddall deviata in maniera vincente da Stanislav Gron. I biancorossi reagiscono, dopo aver superato indenni una situazione di inferiorità, pareggiano i conti con MacGregor Sharp, imbeccato da capitan Egger. Alla ripresa del gioco permane l’equilibrio: Egger e compagni provano a prendere in mano le redini del match, ma gli ospiti sono abili a ribattere con pericolose ripartenze. È proprio a seguito di una veloce percussione che gli ampezzani si portano nuovamente a condurre, affidandosi all’ex Derek Edwarson. Nel finale di periodo, poi, doppia chance per Luca Felicetti, murato da Hell. I ragazzi di McCutcheon si riprendono in avvio di terzo tempo, pareggiando i conti al 44.22 dopo alcuni minuti di pressione costante: grandissimo lavoro da parte di Stefan Zisser che si porta a spasso tutta la difesa avversaria prima di scaricare a Christian Borgatello, abile nell’insaccare dalla distanza. Gli altoatesini non si arrestano e al 49.10 mettono la freccia. Il terzo gol dei biancorossi è opera di Ryan Flynn, il quale fa tutto da solo, e bene, trasformando con un rovescino a mezza altezza. Quando i Foxes sembrano ormai certi del successo, arriva la rete di Matt Siddall, in powerplay, che porta la contesa all’overtime. Nel supplementare è solo il Bolzano a tirare in porta complice una penalità di 2 minuti inflitta a Gron. Si va allora ai penalty, dove a decidere è il sigillo di Stanilsav Gron e di Edwardson. JP Levasseur para tutto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*