Gara 1 e’ del Val Pusteria

Marcatori: 12:14 (1-0) M.Oberrauch (G.Scandella/A.Hofer); 22:31 (2-0) K.McLeod (C.Mair/P.Bona); 36:42 (3-0) M.Oberruach (R.Sirianni/G.Scandella) in sup.num.; 57:08 (3-1) M.Zanatta (G.De Bettin/J.Grof); 58:58 (4-1) D.McCauley (R.Sirianni/A.Helfer) a porta vuota;

Val Pusteria – Cortina 4-1

La squadra pusterese, in qualità di vincitore di Coppa di Lega, ha scelto il Cortina come avversario da sfidare in semifinale. Il Cortina è già sul ghiaccio 48 ore dopo aver battuto il Valpellice a domicilio nella terza e decisiva gara dei Quarti Fase 2. Il Val Pusteria si schiera al gran completo. Rispetto all’ultima uscita sul ghiaccio, gara 2 di Coppa di Lega contro il Renon, il Val Pusteria ritrova due pedine importanti: Kiel McLeod ed Armin Helfer che sono guariti dall’influenza. Non schierato rispetto a sabato scorso Benno Obermair. Negli ospiti un’assenza non da poco: Ryan Dingle è fuori per influenza. Il resto della squadra che ha staccato il biglietto per la semifinale è regolarmente presente. Sempre assente Luca Zandonella.

Parte alla grande la formazione di casa che saggia subito i riflessi di Borelli con due tiri di McCauley e Mair che mettono subito pressione alla squadra ospite. La partenza lanciata dei Lupi si ferma per la prima penalità dell’incontro fischiata a Daniel Glira. Il Brunico non rischia molto ed una volta ristabilita la parità numerica torna a farsi vedere dalle parti di Borrelli. Il poderoso attacco dei padroni di casa concretizza a metà tempo: incursione di Kiel McLeod, sulla ribattuta irrompe Max Oberrauch che con un tiro dal basso verso l’alto indirizza il puck in rete. Ancora una volta una penalità ai padroni di casa potrebbe girare l’inerzia della gara ma anche il secondo powerplay della serata non porta nulla agli ampezzani. Negli ultimi cinque minuti la formazione bellunese è più presente dalle parti di Aubin ma il primo tempo va in archivio con i Lupi in vantaggio di una rete.

Nella seconda frazione il Val Pusteria va subito al raddoppio grazie a McLeod e prosegue poi la sua supremazia territoriale con O’Marra che saggia subito i riflessi di Borelli che non si fa sorprendere sul tiro dalla distanza. La stecca dell’estremo cortinese respinge la stoccata di Erlacher, mentre Francesco Adami cerca la replica con un tiro che Aubin decide di bloccare per evitare problemi intorno allo slot. Il portiere giallonero ci mette poi il gambale su un tiro al volo di De Bettin assai pericoloso anche se la mancanza di Dingle si comincia a far sentire minuto dopo minuto nell’economia offensiva ampezzana. I pusteresi sono concentrati e riescono a superare anche un paio di penalty killing nel momento in cui il Cortina cerca di riaprire il discorso dell’intero incontro con una certa insistenza. I tentativi cortinesi non portano però a nulla e alla prima superiorità numerica in favore dei padroni di casa Max Oberrauch porta i suoi sul 3-0. La difesa pusterese riesce ad arginare al meglio Gron che risulta poco pericoloso durante le azioni degli ospiti, nella cui fila il più pericoloso è sempre Adami. Sirianni ci prova con un diagonale angolato ma Borelli ci mette lo scudo e devia alto, e poco dopo ancora l’estremo ampezzano è costretto a fermare al fil di di sirena una serie di conclusioni nel traffico.

Prime battute dell’ultimo parziale che vedono il Val Pusteria controllare agevolmente la manovra, anche grazie al risultato saldamente nelle mani dei gialloneri che però subiscono inizialmente i tentativi di un Cortina che continua comunque a provarci. McLeod tenta da lontano ma la “pinza” di Borrelli è pronta all’intervento volante, mentre Aubin ci mette la punta del gambale salvando la propria gabbia dalla deviazione del compagno Glira che sfiora l’autorete. Gli ospiti riescono comunque ad avere a disposizione una superiorità a favore senza però riuscire a battere Aubin che anzi lancia O’Marra in un contropiede che però serve solo a fare scorrere il tempo sul cronometro. Aubin ancora protagonista su un diagonale di Felicettti ma nulla può sul diagonale Michele Zanatta che infila così l’estremo avversario, fino a quel momento perfetto. La storia di gara 1 finisce praticamente qui, almeno per le statistiche, nonostante il time out chiesto da Beddoes a poco più di un minuto e mezzo dalla fine, con il coach ampezzano che sceglie di togliere anche il portiere giusto per subire la rete del 4-1 che porta la firma del numeri “91” McCauley e mette la parola fine (come se ce ne fosse ancora bisogno) alla prima recita della serie fra Cortina e Val Pusteria.

Il Val Pusteria si porta subito in vantaggio ma bisognerà vedere la reazione del Cortina sulla pista dell’Olimpico per vedere come continuerà questa serie.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*