Serie A: Renon e Val Pusteria avanti; gli altri pareggiano

Anche la seconda serata dei quarti di finale mantiene alto il livello di suspance fino all’ultimo.  Renon e Val Pusteria si portano sul 2-0 nella serie con due vittorie esterne. Il Renon si sblocca in attacco e schianta il Cortina per 5-0. Per l’estremo dei Rittner Buam,  Engalage, arriva il secondo shutout, il dodicesimo stagionale. Soffertissima vittoria dei Lupi gialloneri che solo all’overtime hanno ragione di un Gherdeina che prima passa sul doppio  vantaggio, poi subisce quattro reti, pareggia allo scadere del terzo tempo con due gol con l’uomo in più, ed infine viene punito dal gol di Kavanagh al 3′ dell’overtime. Pareggiano i conti l’Asiago ed il Fassa. Gli stellati si portano sul 2-1 nel corso del match a Torre Pellice con un attacco a pieno regime. Poi finale tutto da vivere che permette all’Asiago di passare in trasferta. Succede di tutto allo Scola. Il Vipiteno ricalca la prima gara dell’andata e si porta sul 3-1. Ma grande rimonta nel terzo tempo della formazione di coach Ivany che ci crede fino all’ultimo e sconfigge i Broncos per 4-3 . Al termine del secondo tempo in pochi ci avrebbero scommesso su un successo dei Falcons ma questo è l’hockey su ghiaccio al tempo dei playoff.

2016_03_03_Renon3

2016_03_03_Renon4

Cortina – Renon 0-5

Dopo la risicatissima vittoria casalinga per 1-0, arrivata solo al 15’ dell’overtime, il Renon è sul ghiaccio dell’Olimpico per tentare l’allungo contro una formazione ampezzana che ha dimostrato una grande disciplina tattica nel primo incontro della serie. I padroni di casa ritrovano Fontanive ma sempre out Puurula e Gellert.

Primo periodo equilibrato all’Olimpico, dove il Cortina cerca di ripetere la recita mostrata alla “Ritten Arena” dove ha messo in seria difficoltà un Renon che si fa subito pericoloso con Cook che chiama alla deviazione di gambale Valle DaRin. I cortinesi giocano senza paura e a metà periodo si ritrovano in 5 contro 3 senza riuscire a far fruttare il doppio vantaggio se non mettendo sotto pressione Engelage con un tiro di Crowley dalla distanza, però senza esito positivo. Quando isono gli ospiti a trovarsi con l’uomo in più passano in vantaggio con Van Guilder, abile a deviare di giustezza il disco che beffa Valle DaRin tra i gambali. Nell’ultimo minuto Lehtonen lascia i migliori sul ghiaccio e arriva il 2-0 di Cole che, imbeccato da Van Guilder, approfitta di una dormita difensiva degli ampezzani che vanno così a riposo su un punteggio forse troppo severo per quanto visto sul ghiaccio in questa prima frazione.

L’uno-due maturato nel primo periodo lascia il segno ed il Renon ne approfitta sentendo che il Cortina ha accusato il colpo e subisce altri due gol in sette minuti. E’ ancora Van Guilder e  poi Cook a violare la porta di Valle Da Rin, mettendo fine praticamente a qualsiasi velleità di rimonta ampezzana. Il gioco si fa anche duro, gli arbitri hanno il loro bel da fare per calmare gli animi sul ghiaccio, ma è Fontanive a non arrendersi. L’attaccante agordino cerca la via delle rate trovando un ottimo Engelage sulla sua strada. Dall’altra parte l’estremo ampezzano ha comunque il suo bel da fare sui tiri di Borgatello e Thomas Spinell, ma è costretto a capitolare per la quinta volta sul tiro di Frei che fissa il parziale sul 5-0 al suono della seconda sirena che risuona nelle volte dell’Olimpico.

Nell’ultima frazione il Renon amministra la situazione favorevolissima e non cerca di punire ulteriormente un Cortina che ci ha provato solo nel primo periodo fino quando non ha subito i due gol che hanno spento qualsiasi velleità ampezzana nel voler fare qualcosa di buono. Finisce 5-0 ed il Renon tornerà sul ghiaccio amico per cercare di mettere fra se e il Cortina un profondo solco invalicabile per passare al turno successivo. Engalage si dimostra portiere di spessore anche nei playoff. Dodicesimo shutout stagionale e secondo consecutivo.