Aumento di capitale

Dichiarazione di sottoscrizione (scarica il modello)

 

«Ci siamo». A dare l’annuncio ufficiale è il presidente della Sportivi Ghiaccio Cortina Luca Dell’Osta. «Lunedì sei maggio il consiglio di amministrazione proporrà, davanti all’assemblea straordinaria della Sportivi Ghiaccio e davanti al notaio, un aumento di capitale. A quel punto tutti potranno sottoscrivere una quota della nuova società e in questo modo concretizzeremo un momento che – senza timore di smentita – possiamo definire storico: la Sportivi Ghiaccio si apre a tutti e l’hockey diventerà di Cortina d’Ampezzo».

L’ambiziosa operazione è stata organizzata nelle ultime settimane dal consiglio di amministrazione, e in questi giorni sarà proprio il presidente Dell’Osta a spiegare alla popolazione il senso e le modalità dell’aumento di capitale.

«Sarà possibile acquistare una quota che potrà avere tre valori differenti: 500, 1.000 o 2.000 euro. In questo modo, si entrerà a far parte a pieno titolo dell’assemblea dei soci della Sportivi Ghiaccio, che sarà l’organo chiamato a dare gli indirizzi di gestione della società e che, entro luglio, sarà chiamato ad eleggere il nuovo presidente e il nuovo consiglio di amministrazione che gestiranno la SGC per i prossimi tre anni».

Sarà possibile diventare soci fino al 31 dicembre 2014, ma solo chi sottoscriverà la sua quota entro il 30 giugno avrà la possibilità di partecipare all’assemblea di luglio che eleggerà il nuovo presidente.

«Il senso di questa operazione», spiega ancora Dell’Osta, «è molto chiaro: la Sportivi Ghiaccio Cortina non è un giocattolo in mano mia o del consiglio di amministrazione, ma è un patrimonio di tutto il paese che oggi viene chiamato a dire la propria. Noi accoglieremo a braccia aperte tutti coloro che vorranno contribuire e, anzi, faremo di tutto affinché il maggior numero di persone possano entrare nella compagine societaria della Sportivi Ghiaccio».

Trasparenza, partecipazione e collaborazione: sono queste le parole d’ordine che hanno mosso il consiglio di amministrazione verso questa scelta. «Ci sono moltissime persone, a Cortina e nella Valle del Boite, che hanno a cuore la Sportivi Ghiaccio», spiega Dell’Osta. «Oggi è il momento in cui queste persone diventeranno protagoniste dell’hockey a Cortina. E sto pensando in particolare ai molti tifosi, agli ex giocatori, a chi ha voluto bene alla SGC e a chi, negli anni passati, è venuto allo stadio e vuole continuare a farlo. Ma penso anche a tutte le piccole aziende, ai piccoli imprenditori e agli artigiani che, con il loro contributo e la loro vicinanza, hanno garantito in questi anni il prosieguo delle attività. A tutte queste persone è rivolto l’invito che, come presidente, mi sento di rivolgere: venite, dite la vostra, portare il vostro contributo affinché questa gloriosa società possa continuare a dare lustro a Cortina».

Nei prossimi giorni sarà pubblicato sul sito internet della società (www.hockeycortina.it) tutto il materiale utile ad approfondire l’argomento e necessario per procedere alla sottoscrizione della quota.

«Lo confesso, sono un po’ emozionato», conclude Dell’Osta. «Sento l’importanza di questo momento e la responsabilità connessa nel gestire questo passaggio di una società sportiva i cui successi parlano da sé. E se oggi è possibile questo cambiamento, lo dobbiamo a chi, nel passato remoto e più recente, con grande responsabilità, spirito di sacrificio e abnegazione, ha lavorato affinché la Sportivi Ghiaccio Cortina diventasse una grande società e continuasse a mietere successi – non ultima la Coppa Italia dello scorso anno – nonostante le sempre maggiori difficoltà. L’attuale consiglio di amministrazione ha raccolto questa eredità e ora la consegna al paese, che ci auguriamo possa rispondere in maniera forte e partecipata».