Gara 1 playoff: l’Hafro Cortina abdica solo al 15’ dell’overtime

Renon – Cortina 1-0 (OT)

 

I playoff stagione 2015/16 si aprono in ordine di tempo alla Ritten Arena dove la capolista di casa sfida il Cortina per questa prima gara dei quarti di finale. I Rittner Buam hanno disputato una stagione regolare da assoluti protagonisti e vogliono ripetersi anche nei playoff. Il Cortina parte nettamente sfavorito nel pronostico, non fossero i 66 punti di differenza tra il primo posto degli altoatesini e l’ottavo degli ampezzani al termine di una stagione regolare molto tribolata per la Sportivi Ghiaccio tra infortuni e cambio di giocatori. Questa sera il Renon si presenta con la stessa formazione che sabato ha battuto il Vipiteno con l’aggiunta del giovane Kevin Fink. Sempre assenti Ivan Tauferer, Jan Waldner, David Ceresa. Il Cortina si presenta con Martino Valle Da Rin in porta mentre il suo back-up è Luca Burzacca. Non è disponibile l’estremo finlandese Puurula perché ammalato. Ma non è la sola assenza pesante per i biancocelesti che devono rinunciare anche al difensore della Nazionale, Alex Gellert, che ha preso una discata alla caviglia nell’ultimo match contro l’Asiago, oltre a Nicola Fontanive. Assente per infortunio e turnover Brett Sonne.

Un Cortina molto ben disposto si difende con ardore e gioca la sua partita contro ogni pronostico, visto anche le assenze, nei confronti di un Renon molto volitivo in attacco ma poco incisivo quando si tratta di mettere il disco in rete. Valle Da Rin fa il resto in un primo tempo che si conclude sullo 0-0 con sicuri meriti degli ampezzani per quanto fatto tatticamente nel fermare la corazzata altoatesina.

Nel secondo tempo la gara si anima. Thomas Spinell saggia i riflessi di Martino Valle Da Rin mentre Esposito impegna Engalage. I temi tattici non si discostano dalla prima frazione. Renon a fare la partita ma Cortina che chiude ogni spazio. I padroni di casa, con il passare dei minuti, aumentano il ritmo. Scelfo si divora una grande occasione. La partita continua senza reti. Una penalità a Riccardo Lacedelli non viene sfruttata da Borgatello e soci che pur con volontà non trovano nessuna via per aprire la porta del Cortina. Si va al secondo intervallo sullo 0-0.

Il Cortina continua la sua gara ordinata e concreta anche nella terza frazione, tenendo a bada nel modo più efficace la forza di un Renon che prova a forzare più volte la retroguardia ampezzana senza riuscirvi. Occasioni poche sul ghiaccio, proprio per la grande disciplina messa in pista dalla squadra di coach Parco che comunque si fa pericolosa dalle parti di Engelage con un infaticabile Momesso, sicuramente il migliore fra gli ampezzani per impegno e capacità di essere efficace in ogni angolo della pista. Il Renon ci prova con Tudin e successivamente con Borgatello dalla distanza ma Valle Da Rin se la cava egregiamente. Nel finale Cortina in avanti e pericoloso con Posa che fallisce il bersaglio da posizione centrale. Si va così al supplementare sul punteggio, inaspettato alla vigilia, di 0-0.

Nell’overtime, di 20 ‘ ed in 4vs4, continua l’ottima prova del Cortina contro un Renon che deve sudare per portare a casa una vittoria importante che arriva grazie alla rete con Brendan Cook al quindicesimo minuto, sfruttando l’unico calo di concentrazione da parte della difesa ampezzana. La squadra di coach Parco, in precedenza, ha buttato alle ortiche una superiorità, mentre prima della rete decisiva, Valle DaRin aveva salvato la sua porta con un miracolo su una discesa rabbiosa di Cook, poi decisivo in questa Gara 1 tiratissima alla “Ritten Arena”.